Taglio acqua

Il taglio a getto d’acqua è una tecnologia di taglio che utilizza un getto d’acqua ad altissima pressione (fino a 7.000 bar) per tagliare numerosi materiali.

L’acciaio è una lega formata principalmente da carbonio e ferro. La tecnica del taglio ad acqua sull’acciaio è apprezzata per la possibilità di ottenere, grazie alla regolazione della velocità di taglio, superfici levigate e bordi ben rifiniti, senza modificare in nessun modo le componenti metallurgiche del materiale di base.

Non a caso l’acciaio è spesso utilizzato per il piano di lavoro della cucina per la cui realizzazione occorrono massima precisione e accuratezza al fine di ottenere un lavoro su misura. Qualità, queste, perseguibili sicuramente con la tecnica del taglio ad acqua.

Principali vantaggi del taglio ad acqua:

  • l’azione refrigerante del getto d’acqua, che rimuove il calore dalle parti in lavorazione
  • la maggiore durabilità dell’utensile che taglia, il quale, non essendo solido, non può usurarsi o spuntarsi dopo un certo numero di lavorazioni, pertanto non va né sostituito né affilato come invece accadrebbe, ad esempio, nel caso di una lama o di una punta da trapano